Come comunicare efficacemente nella coppia

Come comunicare efficacemente nella coppia

Il nostro portale ha trattato molte volte il tema “Comunicazione di coppia” e propone molti articoli su questo argomento. La domanda è: “Quali possono essere alcuni consigli pratici per comunicare efficacemente nella coppia?

In tanti ne hanno parlato, ma chi meglio di due specialisti e coppia nella vita, possono spiegare come comunicare in modo più funzionale? Loro sono i coniugi Jhon e Julie Gottman! I Gottman negli anni, hanno realizzato un modello di ricerca e teorico molto utile e semplice.

Secondo questi due terapeuti, in una coppia che non comunica, prima di ogni cosa, bisogna eliminare quelli che definiscono “i quattro cavalieri dell’apocalisse”, ovvero: la critica, la difesa, il disprezzo e l’ostruzionismo. Proviamo quindi, attraverso i loro consigli, a capire come comunicare efficacemente con il partner. Vediamo innanzitutto quali atteggiamenti evitare per avere una buona comunicazione.

4 atteggiamenti da evitare per una buona comunicazione

  • Eliminare la critica. Per critica si intende l’atteggiamento di giudizio e di negatività che viene percepito dall’altro. Una migliore comunicazione potrebbe avvenire esprimendo un pensiero nel modo più neutrale possibile, partendo con un tono di voce basso. Circoscrivere la situazione al qui ed ora, senza far riferimento ad altri eventi passati. Gottman la definisce una “partenza gentile”, per fare in modo che l’altro accolga e comprenda senza sentirsi accusato o ferito.

In questo modo si evita di attivare un meccanismo a cascata, in cui il partner sentendosi attaccato, potrebbe mettere in scena il secondo cavaliere, ovvero la difesa (e il contrattacco).

  • Eliminare la difesa. I partner coinvolti in una comunicazione disfunzionale potrebbero rinfacciarsi eventi o situazioni accadute nel passato, potrebbero alzare il tono di voce, dicendosi frasi e parole offensive. In questo modo, si entrerebbe in un circolo vizioso dal quale sarebbe difficile uscire.

Chi fra voi ha visto il film “La Guerra dei Roses” ricorderà bene che i coniugi erano in una modalità conflittuale tale da ammazzarsi piuttosto che cedere alle richieste del partner.

Bisogna chiarire che non tutte le coppie utilizzano questi “cavalieri”, mettendo in scena litigate furenti. A volte può capitare che non si abbiano modalità comunicative così conflittuali e aperte, ma ciò non significa che non ci siano dei disagi latenti.

Ci sono coppie, ad esempio, che usano prevalentemente uno stile comunicativo più velato per svalutare e criticare l’altro e per schivare gli attacchi.

  • Eliminare il sarcasmo. Attraverso il cinismo, l’ironia tinta di sarcasmo, la battuta un po’ cattiva, un partner può svalutare l’altro, senza farlo in modo aperto, mascherandolo da scherzo. Questo però a lungo andare, non fa sentire stimato il partner ,trasmettendo nella comunicazione una mancanza di trasparenza. Il sarcasmo rompe la sintonia e la fiducia che è alla base di un rapporto di coppia.

E’ chiaro quindi che questo atteggiamento non permette di avviare un sano confronto, perché manca un contenuto esplicito e chiaro.

Pertanto provare a modificare il modo in cui si dicono le cose, parlando in maniera più chiara e trasparente, mettendosi in contatto con i propri sentimenti, può evitare di attivare il terzo ed il quarto cavaliere, ovvero l’ostruzionismo.

  • Evitare l’ostruzionismo perchè interrompe la comunicazione.Gli attacchi verbali del partner si interrompono perchè si arriva a saturazione, chiudendosi emotivamente e verbalmente. Il silenzio, in questo caso, non è portatore di significato, ma segno di chiusura totale nei confronti del partner e spesso viene utilizzato come punizione.

Pertanto, una volta capite le barriere e le dinamiche comunicative che si possono innescare, risulta più semplice rispondere alla seguente domanda.

Cosa si può fare per migliorare la comunicazione di coppia?

  • Essere chiari e trasparenti. Non lasciare spazio alla libera interpretazione, al dubbio, ai fraintendimenti, o al “tu lo sai già”. Esprimere in maniera precisa ciò che si prova e si sente, cercando di sintonizzare il linguaggio verbale a quello non verbale.
  • Porsi in un atteggiamento di ascolto attivo. Fare domande, essere empatico, ascoltare senza farsi travolgere dalla rabbia o dal dolore. Dare il tempo all’altro di parlare, senza controbattere o sovrapporsi.
  • Se si è arrabbiati, prendersi una pausa e riparlarne in un secondo momento. Quando si è in preda a emozioni negative molto forti si possono dire cose che non si pensano, usando affermazioni offensive. Prendersi una pausa permette di calmarsi e solo in un secondo momento è possibile esprimere il proprio stato d’animo.
  • Non proiettare, o vedere la situazione solamente dal proprio punto di vista. Per una buona comunicazione è più funzionale non proiettare aspettative e comportamenti che vorremmo vedere nel partner. Può essere più utile invece, mettersi nei panni dell’altro, cercando di vedere le cose anche dalla sua prospettiva.

Potete iniziare, con un semplice esercizio, provate a chiedervi:

Quali ambiti del rapporto vanno migliorate e come?


Potete interrogarvi a vicenda su:

Cosa si può fare reciprocamente per migliorare la comunicazione e per fare sentire l’altro supportato?

Tu cosa ne pensi? Cosa credi si possa fare a livello pratico per superare i problemi di comunicazione nella coppia?

Rispondi nei commenti.. Ti leggerò con piacere!

Se hai trovato utile questo articolo, condividilo con i tuoi amici e amiche, sono certa che lo troveranno utile.

Aiutaci a far crescere la nostra Love Academy!

Seguici sui Social:

Altri post

Tumori nell'adolescenza e salute sessuale

Tumori nell’Adolescenza e Salute Sessuale

Il periodo dell’adolescenza L’adolescenza rappresenta un periodo critico della vita umana. E’ caratterizzato da profondi cambiamenti che coinvolgono non solo il proprio corpo, ma anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share via
Copy link
Powered by Social Snap