Come capire se sei in una relazione tossica

come capire se sei in una relazione tossica

Entrare in relazione con una persona significa instaurare un rapporto basato su sentimenti, vicinanza, amore, supporto emotivo, equilibrio ed empatia. Ma quando la relazione diventa tossica? E come è la sessualità in una relazione tossica?

Creare relazioni: un bisogno primario dell’essere umano

Il bisogno di instaurare una relazione, di appartenere ad un gruppo o ad una persona rientra tra i bisogni fondamentali individuati da Maslow nella sua “Piramide dei bisogni”: al primo posto troviamo i bisogni “fisiologici” (cibo, sonno, sesso), al secondo posto i bisogni di “sicurezza” (lavorativa e fisica), al terzo posto i bisogni “di appartenenza” (amicizia, affetto, intimità sessuale), al quarto posto il bisogno di “stima” (realizzazione reciproca, autocontrollo, autostima) e all’ultimo posto il bisogno di autorealizzazione.

Quando una relazione è sana?

Una relazione sana richiede impegno, ascolto, reciprocità, cura e “pura e autentica” felicità.
Due persone si incontrano e provano curiosità l’una per l’altra. Le persone che entrano in una relazione non sono “nude”: si portano dietro il bagaglio culturale dell’infanzia, i valori del gruppo di appartenenza, una rete di relazioni, abitudini e premesse più o meno consapevoli.

Quando una relazione è tossica?

La relazione tossica è caratterizzata dalla presenza di un partner che ha comportamenti nocivi nei confronti dell’altro.

Si vive una relazione tossica quando..

  • Distrugge la propria autostima e il benessere emotivo.
  • Può essere caratterizzata da dipendenza affettiva.
  • E’ contraddistinta da mancanza di comunicazione, di reciprocità e di equilibrio.
  • Si instaura spesso con un partner narcisista.
  • L’uomo narciso cerca costanti conferme e ha bisogno di un’accettazione incondizionata da parte della donna, infatti ogni cosa che lei dice o fa viene caricata di possibili significati: positivi nel momento magico della sintonia, negativi nei periodi del sospetto e dell’insofferenza.
  • Nella coppia subentrano presto i circoli viziosi, in cui gli aspetti deboli e difensivi di uno entrano in gioco con gli identici aspetti dell’altro e si amplificano reciprocamente.
  • Sembra che ognuno dei due si arrabbi per le proprie caratteristiche che proietta sull’altro. Il circolo vizioso provoca allontanamento, rancori, paure reciproche. Nella coppia si cercherà di provocare dei litigi in modo di avere una scusa per andarsene mantenendo viva la rabbia, ricordandosi ogni piccolo particolare dell’altro, amplificando le critiche e aggrappandosi a queste.
  • La persona narcisista ha rapporti alla pari solo con un altro narciso. La fase iniziale è grandiosa, una sorta di “spinning” delle emozioni, degli stimoli, delle conferme reciproche, che crescono sempre di più, in maniera vorticosa e gratificante, dando vita a sensazioni sempre più intense. I due narcisi, insieme, possono stare davvero bene. Malgrado questo, un rapporto duraturo tra di loro è molto difficile: entrambi condividono la stessa insicurezza affettiva e il terrore di non essere amabili.
  • Ciascuno sente di avere il diritto di poter controllare la relazione, per proteggersi, per sentirsi al sicuro e per non essere ferito. Il rapporto tra i due narcisi è scandito da crisi, separazioni, dispetti, ma anche da momenti di grande intensità e complicità. Tra di loro è difficile creare un rapporto paritario: ciascuno dei due ha bisogno di mettere dei paletti, stabilendo i tempi ed i modi della relazione, organizzando la propria vita ma anche quella del proprio partner.

Come una relazione tossica può influenzare la sessualità

Gli uomini narcisi hanno un particolare fascino erotico sulla vittima,soprattutto a inizio relazione perché usano se stessi e il piacere che danno e ricevono per affascinare l’altro.

Nel periodo del corteggiamento si preoccupano del piacere della partner, in seguito è necessario che vengano in qualche modo educati a prestarle nuovamente attenzioni.

Questa prima fase è spesso accompagnata dal LOVE e SEX BOMBING: il narcisista fa leva sulle fragilità emotive della “vittima”, si mostra come un uomo comprensivo, amorevole, come un vero e proprio partner ideale e perfetto. Successivamente inizierà ad inviare al partner messaggi, foto e video erotici. Una volta ottenuto ciò che vogliono procedono alla fase di svalutazione e abbandono, per poi provare nuovamente il desiderio di riconquistare l’altro.

Hanno spesso una sessualità solipsistica (sia rispetto alle fantasie, che tengono per sé, sia rispetto alla pratica, che è la cosa che amano di più), utilizzata per sedurre l’altro e controllarlo.

Quali caratteristiche ha un narcisista in una relazione tossica?

  • Non è in grado di amare veramente una persona e di entrare in empatia con essa.
  • Utilizza il sesso per adescare la “preda”.
  • Non sente il bisogno di ascoltare e soddisfare i bisogni o i desideri del proprio partner.
  • Ha un rapporto intimo quando e come vuole lui.

La donna narcisista, invece, investe molto nella vita sessuale e meno nella quotidianità. Sogna momenti di profonda intensità sessuale, desidera frequenti dimostrazioni della propria seduttività, mostra un’eccitazione genitale più che un desiderio sessuale e utilizza spesso il sesso per difendersi dai sentimenti. È capace di coinvolgersi sessualmente, ama il rischio ed è disposta ad aumentare la posta in gioco per dimostrare a se stessa di essere seduttiva. Il sesso con la donna narcisista funziona molto bene, ma è diverso dal fare l’amore. La sua fantasia principale è una fusione irraggiungibile.

Se hai trovato interessante ed utile questo chiarimento sulla sessualità nelle relazioni tossiche, scrivimi cosa ne pensi e condividi questo articolo così ci aiuterai a fare crescere Love Academy.

Seguici sui Social:

Altri post

Tumori nell'adolescenza e salute sessuale

Tumori nell’Adolescenza e Salute Sessuale

Il periodo dell’adolescenza L’adolescenza rappresenta un periodo critico della vita umana. E’ caratterizzato da profondi cambiamenti che coinvolgono non solo il proprio corpo, ma anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share via
Copy link
Powered by Social Snap