La Sessualità nelle relazioni tossiche

sessualità relazioni tossiche

Nelle relazioni tossiche perfino la sessualità ha il suo lato oscuro.

Esistono dei rapporti in cui l’amore non è sinonimo di libertà, piacere, reciprocità, arricchimento o gioia, bensì rappresenta una fonte da cui nascono instabilità e sofferenza.

Quando parliamo di relazioni tossiche non facciamo riferimento a quelle in cui la sofferenza costituisce una fase che conduce verso uno stato d’animo positivo.
La crescita personale, la comprensione approfondita della relazione e delle sue dinamiche, la realizzazione di un sogno. Sono tutti aspetti che conferiscono al rapporto una valenza positiva.

A cosa porta la sofferenza nelle relazioni tossiche?

Una sofferenza improvvisa, senza che vi sia alcuna via d’uscita, che si manifesta proprio quando la relazione sembrava che stesse andando bene. I desideri che rimangono inappagati, a cui si aggiunge l’incognita di ciò che desidera l’altro. La necessità di ottenere delle conferme continue, attraverso la sofferenza da infliggere a sé stessi e all’altro, fino ad arrivare al punto di torturarsi a vicenda. Questi sono tutti aspetti che caratterizzano le relazioni tossiche.

Possiamo aggiungere l’esercizio di potere, la mancanza di fiducia, una condizione di totale dipendenza con conseguenti atteggiamenti autolesivi, la svalutazione dell’altro, il quale viene minacciato continuamente di essere lasciato. Inganni, bugie e comportamenti disfunzionali rendono il quadro più completo.

Non si tratta di relazioni in cui vi è un aguzzino e una vittima, ma entrambi sono travolti da un uragano di infelicità e frustrazione. Ognuno dei due versa in una condizione in cui può rimanere o andare via. Nel caso in cui optasse per la prima, potrebbe credere di riuscire a gestire efficacemente il malessere o di essere in grado di cambiare l’altro. Ecco che l’amore diviene tossico: si decide di rimanere accettando una condizione di tortura psichica. Libertà e crescita vengono sostituiti dalla debolezza, dall’insicurezza e dalla distruzione reciproca.

Comportamenti disfunzionali nelle relazioni tossiche

Nelle relazioni tossiche i comportamenti disfunzionali sono:

  • Il ghosting, che consiste nel dissolversi senza dare alcuna spiegazione all’altro, senza dargli nemmeno il tempo di realizzare quanto accaduto;
  • Il love bombing, ovvero una strategia di adescamento che si realizza attraverso un corteggiamento serrato;
  • Il benching, dall’inglese “bench”, ha il significato di “lasciare qualcuno in pachina”. L’obiettivo di chi mette in atto questo comportamento è quello di approfittarsi di una persona con la quale non vuole avere una relazione seria, decidendo in questo modo, di mantenere vivo l’interesse nei propri confronti;
  • Lo stashing, comportamento attraverso il quale si decide di tenere la relazione in una sorta di bolla, così da isolarla e tenere il partner segreto.

La relazione vissuta come una prigione

La persona incastrata in questa relazione prova un forte senso di solitudine e infelicità che la induce a subire l’altro e a sopportare tutto pur di non rimanere soli.

La dipendenza sviluppata favorisce la nascita di un solo pensiero: “Io, senza di te, non posso esistere”.

Violenza reciproca

Uno dei due diventa violento, l’altro tollera. Una volta conclusa la paura, si fa strada l’eccitazione e il sesso è passionale, troppo, si spinge oltre e diviene selvaggio.

Dopo la violenza arriva il senso di colpa di uno e il senso di potere dell’altro. Il circolo vizioso si ripete all’infinito.

La Sessualità

La violenza, come abbiamo detto, può manifestarsi anche nella sfera sessuale. Se nelle relazioni sane l’intimità è una scelta e viene vissuta come un prendersi cura l’uno dell’altro, nelle relazioni tossiche il sesso può diventare un obbligo. Infatti il partner può persino costringere ad avere dei rapporti sessuali contro la propria volontà o con modalità violente.

Abbiamo già parlato della sessualità nelle relazioni con un narcisista. Pensiamo ora al caso della dipendenza affettiva. La sessualità viene qui vissuta come un mezzo attraverso il quale sentire il partner ed esercitare un potere su di lui.

Il mondo erotico diviene un vero e proprio strumento, il cui scopo non è tanto quello di ricercare delle sensazioni profonde, quanto quello di ridurre i livelli di tensione illudendo l’altro di come il legame instaurato possa essere eterno. Per rendere più concreta questa illusione, la persona con dipendenza affettiva si concede e desidera ardentemente realizzare il proprio sogno soddisfacendo il piacere dell’altra persona. Concedendosi in un rapporto sessuale si ha la sensazione di esistere. Poiché il partner concede troppo poco tempo alla persona dipendente affettiva, allora si cerca di offrirsi molto spesso a livello sessuale, mettendo in pausa tutto il circolo vizioso che caratterizza la relazione. È attraverso il sesso che la dipendente si sente desiderata e cercata.

La Sessualità nelle altre tipologie di relazioni tossiche

Nelle relazioni tossiche può accadere che il partner costringa a fare sesso quando non se ne ha voglia. Non esistono “no” o “non ho voglia”.

È come se il corpo dell’altro venisse percepito come un mezzo di scambio: “io mi prendo cura di te, quindi non puoi negarmi il rapporto sessuale“.

Può costringere ad avere dei rapporti che vadano oltre i limiti del partner. Parliamo di pratiche sessuali particolari, a partire dal sesso anale fino ad arrivare al soffocamento o al bdsm.

Infine si potrebbero ricevere dei commenti poco carini sull’aspetto o sulla “bravura”, tentando di sminuire.

Le parole possono ferire.

L’abuso fisico, verbale ed emotivo non dovrebbe esistere in nessuna relazione.

Se il partner è solito picchiare, umiliare, manipolare e costringere ad avere rapporti sessuali, allora non è una persona che ama.

Ricordiamoci che tutti meritiamo un briciolo di felicità.

Se hai trovato interessante ed utile questo chiarimento sulla sessualità nelle relazioni tossiche, scrivimi cosa ne pensi e condividi questo articolo così ci aiuterai a far cresce la nostra Love Academy.

Seguici sui Social:

Altri post

Tumori nell'adolescenza e salute sessuale

Tumori nell’Adolescenza e Salute Sessuale

Il periodo dell’adolescenza L’adolescenza rappresenta un periodo critico della vita umana. E’ caratterizzato da profondi cambiamenti che coinvolgono non solo il proprio corpo, ma anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share via
Copy link
Powered by Social Snap