fbpx

Gelosia e Invidia: emozioni correlate nel narcisista

Può essere difficile immaginare una persona narcisista la quale appare sempre bella, forte, desiderata, carismatica, sicura, ma che possa anche provare gelosia e/o invidia.

La spiegazione è legata al fulcro centrale del narcisismo ovvero il vuoto interno che il narcisista tenta a tutti i costi di nascondere dietro uno scudo di indipendenza e forza.

Autocritica, confronto, accettazione del fallimento, riconoscere i propri limiti, sono aspetti impensabili per un narcisistica.

Sono interpretate come sensazioni estremamente sgradevoli, da evitare ed arginare a tutti i costi.

Non importa il prezzo da pagare, ovvero la propria autenticità!

Da cosa nascono nel narcisista la gelosia e l’invidia?

La gelosia e l’invidia nascono da una percezione (reale o immaginaria) di essere inferiori o meno meritevoli rispetto ad un’altra persona vista come minacciosa in quanto può togliere attenzione, cura e amore.

Si toccano le corde profonde dell’insicurezza personale, dell’autostima, del senso del proprio valore, del sentirsi amati e riconosciuti; tutti bisogni molto presenti nel narcisista seppur non ammessi ai suoi occhi.

Nel narcisista queste sensazioni sono esasperate e si alternano all’interno dei giochi di seduzione e manipolazione.

Cosa cerca in una donna, il narcisista?

Il narcisista ricerca, paradossalmente, una persona migliore di lui, che gli permetta di risaltare. A lungo andare, però, quest’aspetto mette in luce le sue carenze e lui attiva invidia e gelosia nei confronti dell’altra persona.

Le qualità che all’inizio erano lodate e ricercate nel partner diventano poi causa di malessere e oggetto di svalutazione.

Anche se in un primo momento il narcisista idealizza il partner per suo tornaconto personale (sentirsi potente e importante), successivamente subentreranno l’invidia e la gelosia. Quando questo accadrà, si passerà “dalle stelle alle stalle” e si verrà svalutati, denigrati, offesi e mortificati.

Ogni pretesto, piccolo o grande, potrà essere usato per colpire la stima della partner.

All’aumentare degli attacchi del narcisista verso la partner, lei avrà di conseguenza un calo di energia e di voglia di vivere, così senza accorgersene, vivrà all’ombra di un’altra persona, e si annullerà del tutto. Caleranno i suoi interessi, vedrà meno gli amici, avrà meno stimoli e si curerà di meno.

E quando questo accade il narcisista vince. La sua immagine di pseudo perfezione e di bellezza rimarrà intatta. Il suo obiettivo ultimo di mantenere un rapporto di dominanza e di controllo sarà raggiunto.

Sebbene le radici di questi sentimenti siano comuni e convivono a livello psicologico, sono differenti.

Che differenza c’è tra invidia e gelosia, nel narcisista?

La gelosia tocca maggiormente l’area dell’intimità e della sessualità e si esprime con un senso di perdita di qualcuno o qualcosa (il proprio partner, la fiducia, l’amore, l’intesa..).

Il narcisista, convinto di aver pieno controllo e conquista sul proprio partner, è accecato da pensieri e fantasie su un “ipotetico terzo elemento” che possa incrinare il rapporto di dominanza fin a quel momento mantenuto.

La gelosia scatena molti campanelli d’allarme.

  • Uno è legato alla paura che l’ingresso di un “altro” possa far crollare il castello di menzogne e manipolazioni mantenute fino a quel momento.
  • Dovrebbe fare i conti con se stesso, rispetto all’idea di non essere l’unico, di non essere perfetto e degno di amore.
  • Dovrebbe far spazio alla paura di perdere la sua partner.

Ovviamente questi pensieri non possono sfiorare la sua mente.

L’impossibilità di esprimere la paura dell’abbandono e del rifiuto provoca forti emozioni negative: ansia, rabbia, odio e aggressività che spesso vengono proiettate sulla partner, la quale per rassicurare il narcisista, stringerà ancora di più il cappio al collo.

Pertanto la gelosia può essere tradotta come “conquista perduta”.

Mentre l’invidia può essere intesa come “conquista mancata”.

L’invidia nasce da una presa di coscienza che si è inferiori (a vari livelli) rispetto ad un altro, scatenando una svalutazione di sé. L’oggetto del desiderio è qualcosa che non si è raggiunto o non si è potuto ottenere, che è al di fuori delle proprie possibilità.

In questo caso ciò che il narcisista invidia, e al contempo sa che non può ottenere, è l’essere autentici.

Ridere, amare, soffrire, affrontare le difficoltà, esporsi, mettersi in discussione, sono azioni che non ha il coraggio di vivere. È letteralmente terrorizzato del giudizio degli altri, sebbene non lo ammetta. Così come non può ammettere di provare invidia per un’altra persona. L’unica cosa che può e sa fare è indirizzare la sua frustrazione sul partner, che spesso risponde con atteggiamenti devoti e sottomessi.

In conclusione..

La gelosia e l’invidia si possono manifestare nel narcisista in molte forme, di intensità crescente.

Il narcisista può specificare che non prova nessun sentimento per te, svalutandoti in maniera evidente e non dandoti importanza. Oppure può agire in modo silenzioso, ma che denota un fortissimo controllo della situazione. Le forme più estreme sono quelle manifeste in cui il narcisista manipola e distorce la realtà a suo piacimento.

Mentre in una coppia sana la gelosia e l’invidia (in piccole dosi), possono essere tollerate, dal narcisista sono considerate espressioni patologiche di un disturbo caratterizzato da comportamenti maniacali e distruttivi.

Se hai trovato interessante quest’articolo, condividilo sui tuoi social ed aiutaci a far conoscere la nostra Love Academy.

Seguici sui Social:

Altri post

sessualità relazioni tossiche

La Sessualità nelle relazioni tossiche

Nelle relazioni tossiche perfino la sessualità ha il suo lato oscuro. Esistono dei rapporti in cui l’amore non è sinonimo di libertà, piacere, reciprocità, arricchimento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share via
Copy link