fbpx

Amore e Sesso con un Narcisista

amore e sesso con un narcisista

Il termine “narcisismo” trae le sue origini dal mito greco. Narciso, bellissimo cacciatore, rimase incantato dalla propria bellezza dopo essersi specchiato in un laghetto. Si innamorò così tanto di sé stesso da ignorare completamente le avances della ninfa Eco, la quale morì a causa del grande dolore. Capiamo oggi cosa vuol dire in amore e sesso stare con un narcisista.

Narcisismo: cosa dice la scienza?

Il DSM-5 ha stabilito come il Disturbo Narcisistico di Personalità sia caratterizzato da un modello persistente di grandiosità, dal bisogno di ammirazione e dalla mancanza di empatia.

Questi aspetti si manifestano nella prima età adulta e in diversi contesti.
La sua presenza è evidenziata da almeno cinque dei seguenti elementi:

  • senso grandioso di importanza;
  • fantasie di successo, potere, fascino e bellezza illimitati, o di amore ideale;
  • convinzione di essere speciale e unico;
  • richiesta di eccessiva ammirazione;
  • sensazione di privilegio;
  • capacità di sfruttare a proprio favore i rapporti interpersonali;
  • mancanza di empatia;
  • sentimenti di invidia verso gli altri
  • convinzione di essere invidiato;
  • vomportamenti arroganti e/o presuntuosi.

Narcisista: amore, intimità o solo sesso?

Il narcisista non si innamora mai, perché percepisce gli altri come degli oggetti da utilizzare e da abbandonare.

Può sembrare innamorato quando l’oggetto desiderato non è disponibile. In questo caso proverà frustrazione e impotenza, con conseguente:

  • love bombing (una strategia di adescamento che consiste in un corteggiamento serrato),
  • future faking (tecnica di manipolazione adottata durante la fase di idealizzazione o in quella di riavvicinamento alla preda, dove prende il nome di hoovering)
  • gaslighting (tecnica di manipolazione verbale per indurre l’altro a dubitare della correttezza delle proprie percezioni, fino a renderlo insicuro della propria realtà).

Qual è l’obiettivo principale del narcisista?

Far cedere la vittima e farla cadere nella propria trappola.

A conquista avvenuta e dopo aver “consumato” il rapporto sessuale, ogni interesse verso la preda viene meno. E’ a questo punto che si verifica il cosiddetto ghosting. In questo caso, il narcisista sparisce per poi cercare di nuovo la partner. Per fare cosa? Per soddisfare i propri bisogni sessuali.

I narcisisti presentano elevate capacità di eccitazione sessuale.

Le numerose conquiste sono necessarie per il narcisista: confermano la sua virilità o bloccano – provvisoriamente – l’angoscia legata a possibili dubbi sulla propria identità sessuale.

La sessualità è di tipo promiscuo e non è in alcun modo legata a sentimenti di amore, passione o intimità: rappresenta in realtà un’esca per attirare la preda.

Il narcisismo è un disturbo che si manifesta più frequentemente nella popolazione maschile. In queste relazioni la sessualità femminile viene svalutata.

Nei rapporti con un narcisista le preferenze sessuali della partner vengono del tutto rifiutate. Il sesso è utilizzato come un mezzo per esercitare il controllo sulla vittima, la quale verrà costantemente umiliata.

Il narcisista induce sentimenti di vergogna nella partner, ridicolizzandola e raccontandole di esperienze sessuali passate. Lui desidera farle sapere quanto non sia in grado di soddisfarlo e quanto non sia all’altezza delle partner precedenti.

Come vive l’intimità un narcisista?

L’intimità percepita dal narcisista come un pericolo

La tendenza dei narcisisti è quella di richiedere alla vittima di essere sottomessa sessualmente.

Volendo evitare tutto ciò che ha a che fare con un coinvolgimento sentimentale, la sessualità prediletta è quella legata alla pornografia e alla masturbazione. In questo modo allontana le esigenze sessuali ed emotive della preda.

La visione eccessiva e la conseguente dipendenza dalla pornografia possono causare problematiche relative alla disfunzione erettile, della quale vengono incolpate le partner.

Le persone narcisiste tendono inoltre a tradire il partner, per poter conquistare più vittime possibili.

E’ opportuno ricordare come l’atto sessuale non rappresenti una forma di piacere per i soggetti narcisisti. E’ vissuto come una performance attraverso la quale soddisfare il bisogno di adorazione e ottenere i propri scopi.

A tal proposito Alexander Lowen spiegò come l’orgasmo fosse per i narcisisti un vero e proprio dispiacere.
Reich parlò di “narcisismo fallico”, intendendo una personalità che impone a se stessa di rimanere costantemente “eretta” per poter soddisfare le proprie esigenze di potere.

Dimenticatevi le coccole dopo aver fatto l’amore con un narcisista.

Per lui era solo sesso.
Ha raggiunto il proprio obiettivo.

Ha soddisfatto i propri bisogni. Si allontanerà da voi e, statene certe, vi cercherà di nuovo. Ma ciò accadrà solo quando gli servirete.

Se hai trovato interessante quest’articolo, condividilo sui tuoi social ed aiutaci a far conoscere la nostra Love Academy.

Seguici sui Social:

Altri post

sessualità relazioni tossiche

La Sessualità nelle relazioni tossiche

Nelle relazioni tossiche perfino la sessualità ha il suo lato oscuro. Esistono dei rapporti in cui l’amore non è sinonimo di libertà, piacere, reciprocità, arricchimento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share via
Copy link