COME USCIRE DAL CIRCOLO VIZIOSO DELLA DIPENDENZA AFFETTIVA

come-uscire-dalla-dipendenza-affettiva

Molti di noi, per sentire di valere, hanno bisogno che siano gli altri a dirlo e nelle relazioni tendono a ricercare un partner in grado di trasmettere protezione.

Fai questo breve quiz per vedere se anche tu hai dei tratti del dipendente affettivo!

Quiz

  1. Hai sempre pensato che se solo qualcuno ti avesse amato in quel “modo speciale” saresti stato felice per il resto della tua vita?
  2. Le parole d’amore espresse attraverso musica, film e libri ti emozionano particolarmente?
  3. Hai mai provato a convincerti di amare qualcuno solo perché in quel momento avevi bisogno dell’amore?
  4. Hai sentito il bisogno di sostenere o fare un restyling totale sul tuo partner all’inizio della tua relazione, piuttosto che ammettere che lui / lei non era giusto per te e chiudere?
  5. Hai avuto una brutta relazione o sei tornato più volte da un ex perché non sopportavi di stare da solo?
  6. Quando stai con qualcuno, ti chiedi se hai scelto la persona giusta o fantastichi su un amante del tuo passato, pensando che avresti dovuto tenerlo o che con lui saresti più felice?
  7. Hai usato le parole “anima gemella” in riferimento a come dovrebbe essere l’amore?
  8. Dall’età di 18 anni, qual è il periodo di tempo più lungo in cui sei stato completamente da solo e non ti sei preoccupato di ricercare una storia?
  9. Sei in grado di prenderti il ​​tempo necessario per guarire e fare un’accurata elaborazione su una relazione fallita prima di ricercare un nuovo partner? Oppure tendi a trovate subito qualcuno o, addirittura, lo cerchi ancor prima di chiudere la relazione che stai vivendo?
  10. Ti aspetti che il tuo partner ti faccia sentire amato e amabile?

Non ti chiederemo di comunicarci i risultati, tu sai chi sei! Se sospetti di essere un drogato d’amore, non sentirti troppo male. Molte più persone di quante immagini sono “innamorate dell’amore”!

La carriera di molti professionisti gira intorno a questo tema e non è certo un caso! Sono tanti quelli che si perdono quando si tratta di trovare e sostenere una relazione sana, bloccati in un circolo vizioso di dolore e delusione per gli altri e per se stessi.

Una delle trappole è credere di non riuscire a trovare la persona giusta o che, quando l’infatuazione iniziale svanisce, non provando più emozioni di un certo livello, significa che non si è più innamorati.

Alcuni saltano da una relazione all’altra alla ricerca di quella meravigliosa sensazione che una volta avevano.

Altri rimangono, nonostante si sentano insoddisfatti, nutrendo pensieri segreti di nuovi amori, coltivando relazioni “extra” senza avere idea del vero problema.

Per essere chiari, questa tendenza può essere definita in modo generale come un modello compulsivo (azione ripetuta senza scelta) e cronico (che dura nel tempo) di ricorso a una sostanza o ad un comportamento per calmare, confortare e / o eccitare al fine di curare il disagio emotivo provato.

I dipendenti affettivi continuano a usare la loro “droga” nonostante le conseguenze negative.Per natura, siamo tutti dipendenti dall’amore, nel senso che lo vogliamo, lo cerchiamo e facciamo fatica a non pensarci. Abbiamo bisogno di legami affettivi per sopravvivere e, istintivamente, cerchiamo una connessione e una relazione romantica. Non c’è nulla di disfunzionale nel volere l’amore.La dipendenza affettiva, tuttavia, è una brama compulsiva e cronica di un amore romantico per ottenere sicurezza e valore da un’altra persona. Durante l’infatuazione, crediamo di avere quella sicurezza, per poi rimanere delusi e svuotati una volta che l’intensità si attenua. Le conseguenze negative possono essere gravi e tuttavia il tossicodipendente continua ad aggrapparsi alla convinzione che il vero amore risolva tutto.È difficile aiutare coloro che vivono più relazioni contemporaneamente perché credono che l’unico problema che hanno è decidere quale sia la scelta migliore.

Le cause della dipendenza affettiva

Le cause della dipendenza affettiva sono abbastanza facili da identificare:

  • accudimento genitoriale inadeguato o incoerente
  • bassa autostima
  • assenza di modelli di riferimenti positivi per quanto riguarda le relazioni
  • indottrinamento con immagini culturali di perfetto amore romantico e lieto fine

Sfortunatamente, sapere perché lo fai non è di grande aiuto. Avere le informazioni o l’intuizione non può cambiare la spinta inconscia di ricerca compulsiva. Dopo la fine di una brutta relazione, le persone si ritrovano a dire cose come:”Era l’uomo sbagliato. Non succederà mai più. Devo trovare qualcuno che non assomigli a lui.””Non mi interessano le storie serie. Voglio solo qualcuno con cui passare del tempo di tanto in tanto.””La prossima volta andrò più lentamente.”

Ecco alcune caratteristiche di questa compulsione e cosa è più probabile che accada se non hai elaborato le tue esperienze dolorose:

  • Se stai cercando l’opposto dell’ultimo, ricorda che rimbalziamo, andiamo all’altro estremo e finiamo nello stesso posto (Cercare qualcuno di opposto significa farsi affascinare solo perché possiede ciò che mancava al precedente)
  • Il tuo nuovo “amico” sarà il tuo prossimo partner e si rivelerà esattamente come l’ultimo.
  • Il solo dire che andrai lentamente non funziona quando gli ormoni entrano in azione e l’infatuazione inizia a prendere le decisioni. L’amore infatuato è cieco.

La verità è: ovunque tu vada, porterai sempre dietro te stesso. Il problema è il tuo schema, non con chi stai.

Vuoi scoprire i passaggi iniziali per interrompere il copione di questa compulsione?

Contattaci!

Seguici sui Social:

Altri post

Tumori nell'adolescenza e salute sessuale

Tumori nell’Adolescenza e Salute Sessuale

Il periodo dell’adolescenza L’adolescenza rappresenta un periodo critico della vita umana. E’ caratterizzato da profondi cambiamenti che coinvolgono non solo il proprio corpo, ma anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share via
Copy link
Powered by Social Snap